Ricerca su Spartaco, fautore della rivolta degli schiavi romani.

Spartaco

www.spartaco.info


A partire dalla prima guerra punica (264 a.C.), per quasi due secoli, le conquiste dei Romani nel bacino del Mediterraneo portarono a Roma milioni di schiavi, prigionieri di guerra. Ciò provocò grandi mutamenti a Roma e nelle campagne italiane, I ricchi romani usarono gli schiavi per coltivare le loro terre e contemporaneamente ingrandirono sempre di più i loro possedimenti dato che uno schiavo costava poco e rendeva molto sul sul lavoro. S’impoverirono invece i contadini liberi che trovavano lavoro solo durante il periodo dei raccolti e per il resto dell’anno rimanevano disoccupati.

Gli schiavi tentarono più volte di ribellarsi e di riconquistare la libertà. Spesso ad essi si unirono anche contadini poveri cacciati dalle loro terre e senza lavoro, In Sicilia, negli anni 137 a.C. e 101 a.C., scoppiarono due rivolte di schiavi che dopo alcuni successi iniziali furono domate dagli eserciti romani. La più famosa rivolta di schiavi dell’antichità fu però quella guidata da Spartaco, uno schiavo proveniente dalla Tracia e venduto alla scuola di addestramento dei gladiatori a Capua, vicino a Napoli.
In questa scuola gli schiavi più vigorosi venivano preparati a combattere nelle arene per divertire i romani, che si recavano a questi spettacoli come oggi si va alla partita o al cinema.

Avanti  >>>>

 
 

 

Ricerche e informazioni per scuole di primo e secondo grado, università e laureandi.

 

© Copyright 2009 - Spartaco by TecnoWeb Service